I segreti del mio Ancelotti: competenza e nervi distesi

Nel 2016 il Bayern Monaco affrontò una disfida particolarmente difficile. Il circolo doveva trovare un erede per Pep Guardiola. Solo una persona fu presa in considerazione: Carlo Ancelotti

Per noi giocatori, significava un cambio totale. Ancelotti diceva in un settimana quello poiché Guardiola diceva in tre ore. Ma c’era anpoiché un punto in usuale: come giocatore ti sentivi a tuo agio perché ti rendevi conto poiché entrambi avevano tutto il necessario per far funzionare al meglio la squadra.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
3,600FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles