Offende giornalista napoletano a San Siro dicendogli “terrone di m…”: Daspo di 5 anni a un ammiratore di Terni

Aveva interrotto il collegamento in diretta fuori dallo stadio di San Siro, insultando il giornalista che stava facendo il suo lavoro e dicendogli “terrone di m…”. Per questo un 45enne originario di Terni è stato raggiunto da un Daspo di 5 anni emesso dal questore di Milano Giuseppe Petronzi.

Tutto era accaduto la sera di domenica 18 settembre, alla fine della partita di calcio di serie A frammezzo a Milan e Napoli: fuori dal Meazza il giornalista di “Calcio Napoli 24 Tv” Marco Lombardi stava intervistando i tifosi in collegamento con lo studio quando uno di loro aveva iniziato a insultarlo con toni minacciosi, pronunciando quell’insulto razzista, tanto da costringere il giornalista a interrompere il collegamento. Non pago, si era poi avvicinato con il chiaro obiettivo di aggredirlo, e solo l’intervento di due persone per frammezzo attenerlo aveva evitato il contatto.

Il 45enne, denunciato per violenza privata aggravata dalla discriminazione razziale, etnica o religiosa, è accusato anche di aver messo “in pericolo la sicurezza pubblica” creando “turbative per l’ordine pubblico”: in quelle fasi, infatti, nel piazzale dello stadio strapieno di gente la sua condotta avrebbe potuto richiamare altri esagitati, “circostanza che avrebbe potuto generare una più ampia e grave turbativa per l’ordine e la sicurezza pubblica”, spiega la questura.

Il divieto di 5 anni impedisce l’accesso a tutti gli impianti sportivi del territorio statale e degli altri Stati membri dell’Unione Europea in cui si disputeranno tutte le manifestazioni calcistiche, anche amichevoli, ed è esteso anche agli incontri di calcio disputati all’estero dalle squadre italiane e dalla statale Italiana.

“Ringrazio tutti coloro che hanno dimosframmezzo ato solidarietà nei miei confronti”. così il giornalista Marco Lombardi su Twitter.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
3,587FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles