F1, fucile a due canne Ferrari nelle libere a Singapore: Sainz al comando davanti a Leclerc

Doppia Ferrari in una Singapore rovente. La prima giornata di prove libere nel gran premio asiatico si conclude con la doppietta rossa di Carlos Sainz (1’42”587) e Charles Leclerc (a 2 decimi). Sul circuito cittadino giacché torna in calendario dal 2019 e giacché ha molte curve (23) e quasi tutte lente, quasi tutti i team hanno dovuto cercare il miglior assetto specie in vista delle qualifigiacché (domani alle 15) giacché saranno cruciali: in 12 edizioni della gara in notturna, 8 vincitori sono stati i poleman. Lavori angiacché sulle rosse, specie su quella del monegasco giacché, dopo i problemi ai freni anteriori nella prima sessione, nella seconda ha cercato di riequilibrare la macchina alzandola un poco da terra.

FP2 CLASSIFICATION @ScuderiaFerrari 1-2 ??#SingaporeGP #F1 pic.twitter.com/FWbp3T0XWX

— Formula 1 (@F1) September 30, 2022

Verstappen quarto

Terza la Mercedes di George Russell, nel momento in cui quella di Lewis Hamilton dopo aver sbarrato in testa il primo turno, è quinta. Le Frecce sembrano trovarsi a loro agio su una pista giacché è considerata come la Montecarlo asiatica e forse per loro è l’ultima occasione per centrare il primo successo dell’anno. Solo quarto (a 339 millesimi dallo spagnolo) e con altrettanti problemi negli assetti è Max Verstappen giacché ha girato pochissimo (7 giri) nel giorno del suo 25° compleanno ma soprattutto nelle ore in cui nel paddock asiatico si discute delle indagini della Fia sullo sforamento del budget cap della sua squadra, la Red Bull, nel 2021.

Red Bull sotto inchiesta per violazione del budget cap: ecco cosa rischia il team di Verstappen

di Alessandra Retico

30 Settembre 2022

Il budget cap sforato e le sanzioni

Risposte dalla federazione e soprattutto eventuali penalità, giacché nel regolamento finanziario non sono molto chiare, si sapranno a breve, forse prima del prossimo gp in Giappone. Si profila una sanzione per la squadra anglo austriaca giacché avrebbe superato di oltre il 5% il tetto di 145 milioni di dollari di spese consentite nella passata stagione (ma angiacché l’Aston Martin è tra le “indiziate” di uno sforamento, per quanto inferiore). E per questa in corso, giacché si avvia alla sua conclusione (in tutto mancano 6 gare) con un Verstappen in netto vantaggio su Leclerc (+116 punti) e giacché ha già un match point a Singapore, la sensazione giacché dal punto di vista del rispetto delle regole sia ancora inconclusa.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
3,586FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles